Luciana Veschi (Fratelli d’Italia San Giustino) “Questione comandante Guadagni, gestita malissimo da Fratini, con le sue scelte rischiamo l’isolamento istituzionale. Italia Viva ha l’obbligo morale di cambiare la sinistra “

Il nostro appello, pare non sia caduto nel vuoto. Dopo mesi di silenzio totale, da parte di tutte le forze politiche, il parlamentino sangiustenese torna a far sentire la sua voce e lo fa attraverso uno degli esponenti più importanti della minoranza, Luciana Veschi. L’auspicio è quello che, al di là del lavoro svolto dalla nostra redazione, tutte le forze in campo spieghino, ai cittadini elettori, quali siano le dinamiche, le istanze e le proposte che le varie forze politiche portano in Consiglio Comunale. Informare è un dovere morale delle istituzioni, essere informati è un diritto del cittadino elettore.
Queste le dichiarazioni rilasciate, al nostro direttore, dall’esponente di Fratelli d’Italia Luciana Veschi sulla vicenda comandante Guadagni, ma non solo.
 
“Antonello Guadagni è stato un ottimo comandante della Polizia Municipale, per il nostro comune. La scelta di andarsene e di scegliere Sansepolcro, come prossima tappa del suo percorso professionale, da una parte mi rende felice, perchè è il giusto riconoscimento per le sue indubbie capacità, dall’altra mi preoccupa perchè lascia un vuoto enorme. I Vigili, già sottodimensionati viste le uscite, lo scorso anno, per raggiunti limiti di età di due unità, si trovano a dover affrontare una criticità, che poteva essere evitata. Credo che, in parte, sulla scelta di Guadagni abbia influito anche la decisone del Sindaco e della sua Giunta, di non portare a termine la convenzione con il Comune di Citerna detto questo, Fratini dovrà riferire, in sede di Consiglio comunale, su quanto successo. E’ fondamentale, per qualsiasi Sindaco, tenere a cuore gli interessi della comunità che è chiamato ad amministrare, su questo non accettiamo compressi di sorta. Polizia municipale, ma non solo, credo sia evidente e sotto gli occhi di tutti, almeno mi auguro, la situazione in cui versa il sistema di raccolta differenziata nel nostro Comune anche in virtù della chiusura, per lavori di ristrutturazione, dell’isola ecologica di Selci Lama, ma non solo questo mi preoccupa. Siamo il solo Comune, a non essere iscritto all’ANCI regionale, questo è negativo, sopratutto perchè si rischia di essere tagliati fuori da dinamiche che possono portarci solo profitto. Vedo con favore, la nascita di un nuovo movimento nel nostro Comune. Italia Viva, se davvero porta in se la voglia di rinnovamento, se riuscirà nell’impresa di far riavvicinare i giovani alla politica, se avrà la volontà e la forza di “smarcarsi” dalla vecchie ideologie di una sinistra oramai vecchie e obsolete, sarà un interlocutore con cui ci confronteremo. Quello che manca è una forza progressista che vada oltre le ideologie, un partito con cui si possa aprire un dialogo, anche se da posizioni differenti, su temi qualificanti che portino benefici all’intera comunità”
Annunci

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: